Congiuntura e mercati – agosto 2017

* Dal FMI uno scenario positivo per la congiuntura globale: nell'anno in corso la crescita del reddito sarà quella massima dell'ultimo quinquennio (3.5%), con accelerazione simultanea nelle aree avanzate ed in quelle emergenti (tre decimi in più rispetto al 2016); nel 2018 ciclo in ulteriore consolidamento al 3.6%. 

* Negli Stati Uniti, l'economia ha superato la debolezza transitoria dei primi tre mesi dell'anno; il reddito è tornato a crescere in modo soddisfacente (+2.6%), facendo leva su parametri fondamentali robusti. L'inflazione bassa concede tempo alla Fed per normalizzare la politica monetaria. 

* In Eurozona, il ciclo è in fase impulsiva, con aumento vigoroso del prodotto totale (+0.6% nel secondo trimestre), clima di fiducia storicamente alto, ma inflazione modesta.  

La BCE ha assicurato condizioni monetarie ancora a lungo accomodanti, ma il mercato ha iniziato ad incorporare un assetto meno espansivo. 

* Il rendimento del Bund decennale è raddoppiato in poche settimane, approdando allo 0.6%; l'euro ha raggiunto i massimi di due anni e mezzo rispetto al dollaro, oltrepassando la soglia di 1.18.